Corfino, una piazza di artisti e appassionati per la XXVIII edizione della mostra di pittura estemporanea Il Sindaco Pioli: nuovi cittadini affettivi dell’Appennino Tosco-Emiliano per gratificare e rivitalizzare le comunità dei nostri piccoli borghi per lo sviluppo sostenibile del Parco Nazionale

Anche per quest’anno il paese di Corfino, nello splendido scenario della Piazza del Santo, l’Amministrazione Comunale di Villa Collemandina – in collaborazione con l’Unione Comuni Garfagnana e la Pro Loco di Villa Collemandina – ha ospitato l’ormai ben noto Concorso di Pittura Estemporanea, giunto con successo alla sua XXVIII edizione. Artisti di qualsiasi tendenza pittorica e provenienza si sono sfidati nella realizzazione dell’opera che meglio poteva rappresentare il paesaggio di Corfino e della Garfagnana. A valutare la bravura dei numerosi concorrenti una giuria composta da famosi pittori e critici; numerosi i premi messi a disposizione da imprese del territorio. Un’occasione di ampio respiro culturale, di notevole richiamo per appassionati, residenti, ma anche turisti e villeggianti che ripopolano l’Appennino nell’estate.

Alla giornata di premiazione era presente anche il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano con il Progetto “ParcoAppennino nel Mondo”, gestito dall’Unione Comuni Garfagnana. La manifestazione è stata anche l’occasione per consegnare una nuova “cittadinanza affettiva” da parte del Sindaco di Villa Collemandina, Francesco Pioli, anche a nome del Presidente del Parco Nazionale, Fausto Giovanelli. “Anche quest’anno – afferma il sindaco Pioli  - accogliamo con piacere la partecipazione del Parco Nazionale e delle sue iniziative. Siamo sempre più coinvolti in “ParcoAppennino nel Mondo”, il progetto gestito dall’Unione Comuni Garfagnana a favore della “cittadinanza affettiva” degli emigrati del Parco Nazionale e nelle nuove strategie di promozione del territorio rivolte al mondo dell’emigrazione, ma anche nel creare occasioni per gratificare e rivitalizzare le comunità dei nostri piccoli borghi per lo sviluppo sostenibile dell’Appennino come avviene durante i soggiorni formativi dei giovani Ambasciatori Affettivi con l’iniziativa Orizzonti Circolari e nello sviluppo del percorso di valorizzazione della figura del Maestro Astor Piazzolla”.

dav

Il riconoscimento di quest’anno è stato consegnato a Maria Pia Monarca “per aver conservato nel cuore il proprio paese di origine e per aver mantenuto, con la continuità dei ritorni e l’amorevole attaccamento alla casa della propria famiglia, un forte legame con la comunità di Corfino ”. Maria Pia, infatti, è nata a Pisa e vive a Firenze. Ha ricoperto mansioni direttive nella Banca Commerciale di Firenze per 35 anni. Nella sua attività lavorativa si è fatta apprezzare per la competenza e la professionalità riscuotendo la considerazione e la stima di superiori e colleghi. A Corfino possiede una bella casa di famiglia oggetto di ammirevoli attenzioni dove, da sempre, ha trascorso lunghi periodi di vacanza che si sono prolungati dopo il pensionamento. Partecipa attivamente alla vita sociale del paese dove ha mantenuto amicizie e affetti risalenti alla sua infanzia. Sostiene generosamente le associazioni locali di volontariato ed è benvoluta da tutti i paesani per la sua cordialità, gentilezza e per l’affetto che nutre per Corfino.